Per offrirti una migliore esperienza di navigazione, il sito utilizza dei cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.

Funghi

La L.P. 23 maggio 2007, n. 11, ed il successivo D.P.P. 26 ottobre 2009, n. 23–25 Leg, stabiliscono che nel territorio della provincia di Trento la raccolta dei funghi spontanei, sia commestibili che non, è ammessa in quantità non superiore a due chilogrammi al giorno per persona di età superiore ai dieci anni. I minori di dieci anni possono esercitare la raccolta se accompagnati da familiari, fermo restando il limite massimo ammesso.

È vietato effettuare la raccolta dei funghi dalle ore 19.00 alle ore 7.00. Per i non residenti in un comune della provincia vi è l’obbligo di acquisto del permesso per la raccolta funghi con una denuncia di inizio dell’attività medesima e con il pagamento di una somma commisurata al periodo di durata della raccolta. Sono esenti dal pagamento del permesso i residenti e i nati nei Comuni della Provincia Autonoma di Trento.
Gli importi per il 2019 secondo la nuova normativa provinciale sono stati deliberati singolarmente dalle Giunte Comunali dell’ambito e risultano essere i seguenti:

Comune di Altavalle
€ 15,00    per un periodo di raccolta di giorni 1
€ 20,00    per un periodo di raccolta di giorni consecutivi 3
€ 30,00    per un periodo di raccolta di giorni consecutivi 7
€ 40,00    per un periodo di raccolta di giorni consecutivi 14
€ 60,00    per un periodo di raccolta di giorni consecutivi 30

Comuni di Baselga di Piné e Bedollo
€ 10,00    per un periodo di raccolta di giorni 1
€ 18,00    per un periodo di raccolta di giorni consecutivi 3
€ 24,00    per un periodo di raccolta di giorni consecutivi 7
€ 40,00    per un periodo di raccolta di giorni consecutivi 14
€ 60,00    per un periodo di raccolta di giorni consecutivi 30
€ 90,00    per un periodo di raccolta di giorni consecutivi 90
€ 120,00  per un periodo di raccolta di giorni consecutivi 180

Per i Comuni di Baselga di Piné, Bedollo e Sover è prevista l’applicazione delle agevolazioni previste dall’Art. 16 comma 1, lettere a, b, c del D.P.P. 26 ottobre 2009, n. 23-25 (per informazioni in merito contattare i Municipi o l’A.p.T.). Per ottenere il permesso raccolta funghi con il beneficio delle agevolazioni previste dall'art. 16 comma 1 lettere a-b-c D.P.P. 26.10.2009 nr. 23-25/Leg. è necessario recarsi presso gli uffici del Comune di Baselga di Piné, Comune di Bedollo o del Comune di Sover.

Comuni di Albiano, Cembra Lisignago, Civezzano, Fornace, Giovo, Lona Lases, Segonzano e Sover:
€ 5,00      per un periodo di raccolta di giorni 1
€ 10,00    per un periodo di raccolta di giorni consecutivi 3
€ 20,00    per un periodo di raccolta di giorni consecutivi 7
€ 30,00    per un periodo di raccolta di giorni consecutivi 14
€ 40,00    per un periodo di raccolta di giorni consecutivi 30

Il pagamento della tassa per la raccolta dei funghi può essere effettuato secondo una delle seguenti modalità:

1) Tramite versamento su conto corrente bancario o su bollettino di conto corrente postale 
intestato al SERVIZIO TESORERIA DEL COMUNE interessato
indicando nella causale la dicitura “TASSA PER LA RACCOLTA FUNGHI”,
le GENERALITÀ DELL’INTERESSATO ed il PERIODO DI RACCOLTA.

In questo caso la ricevuta del pagamento sostituisce la denuncia di inizio dell’attività di raccolta.
Per poter effettuare la raccolta dei funghi sull’intero Altopiano di Piné sarà sufficiente intestare il pagamento ad uno dei due Comuni (Baselga di Piné o Bedollo), le tariffe sopraindicate infatti danno il diritto di raccolta in entrambi i comuni pinetani.

Conti Correnti postali per il pagamento in Posta e codici IBAN per bonifici bancari:
Albiano: IBAN IT 84 V 03599 01800 000000111419
Altavalle: c/c postale n° 001032880393 – IBAN IT 80 M 03599 01800 000000137615
Baselga di Piné: c/c postale n° 10879385 – IBAN IT 07 L 03599 01800 000000132455
Bedollo: c/c postale n° 10962389 – IBAN IT 30 K 03599 01800 000000132454
Cembra Lisignago: c/c postale n° 1040582494 – IBAN IT 91 O 05216 01800 000004445480
Civezzano: c/c postale n° 13125380 – IBAN IT 18 Q 03599 01800 000000100122
Fornace: IBAN IT 26 Q 03599 01800 000000107253
Giovo: c/c postale n° 12428389 – IBAN IT 64 T 05216 01800 000004444968
Lona Lases: c/c postale n° 12980389 – IBAN IT 41 R 03599 01800 000000111420
Segonzano: c/c postale n° 13447388 – IBAN IT 67 A 03599 01800 000000113026
Sover: c/c postale n° 13500384 – IBAN IT 44 B 03599 01800 000000113027   
     
2) al competente funzionario del Comune (o dei Comuni tra loro consorziati) nel cui territorio amministrativo avverrà la ricerca dei funghi, contestualmente alla denuncia di inizio attività della raccolta.
Orari per il pagamento in Comune:
Albiano: pagamento solo tramite bonifico bancario. Tel. 0461 689048
Altavalle: Grumes. Dal lunedì al venerdì 8.30–12.30, giovedì anche 14.00–17.00. È possibile fare il pagamento anche nelle altre sedi del comune delle altre frazioni comunali negli orari di apertura al pubblico
Baselga di Piné: dal lunedì al venerdì 9.00-12.00; giovedì solo 16.00–19.00
Bedollo: da lunedì a venerdì 9.00–12.00, lunedì e mercoledì anche 14.30–17.00
Cembra Lisignago: da lunedì a venerdì 8.30–12.00; giovedì anche 14.30–18.00 - Albergo Lago Santo, loc. Lago Santo
Civezzano: da martedì a venerdì 8.30–12.30; lunedì 8.30-13.30 e mercoledì 8.30–12.30/16.00–19.00
Fornace: c/o ufficio tributi e demografico e ufficio commercio - protocollo: lunedì 14.45-17.00; martedì 9.00-14.00 e 14.45-17.00; giovedì 9.00-14.00; venerdì 9.00-14.00
Giovo: da lunedì a giovedì 8.15–12.15; venerdì 8.15-12.00
Lona Lases: pagamento solo tramite c/c postale o bonifico bancario
Segonzano: dal lunedì al venerdì 9.00-12.00; mercoledì 14.00–17.30
Sover: dal lunedì al venerdì 9.00–12.00; giovedì anche pomeriggio 14.30–17.30. Tel. 0461 698023

3) tramite gli sportelli Bancomat della Cassa Rurale Alta Valsugana solo per la raccolta sui territori di competenza del comune di Baselga di Piné e del comune di Bedollo. Attraverso la funzione "Pagamento Raccolta Funghi" accessibile dal menù "Ricariche e Pagamenti", previo inserimento di nome e cognome e della data di inizio raccolta, è possibile pagare la somma commisurata al periodo di durata della raccolta stessa. La ricevuta del pagamento rilasciata dallo Sportello Bancomat deve essere conservata dall'interessato per tutto il periodo di durata della raccolta, in maniera da poterla esibire, insieme con un documento di identità personale, in caso di controllo. Le tariffe sono soggette a commissione di € 1,00 per ogni singolo pagamento.